Home La Collina di Cardina e la sua flora spontanea La Flora Faggio
Famiglia Botanica  Specie  Autore  Altezza  Foglie 
FAGACEAE  Fagus sylvatica
Linneo
Fino a 40 metri  Decidue ovate

 

  Foglie: da ovate ad obovate, alterne, lunghe fino a 10 cm e larghe 6 cm, bruscamente appuntite e con margine ondulato, non dentate, oppure con solo piccoli denti lungo il margine, con meno di 10 paia di nervature, con peluria argentata quando si aprono, poi lisce, lucide verde scuro nella pagina superiore, più pallide in quella inferiore, ingialliscono in autunno poi imbruniscono. Esistono varietà ornamentali con foglie rosso porpora. Gemme appuntite.
Frutti: faggiole, ricce, pelose, con 4 valve , sono lunghe 2,5 cm, che racchiudono 2-3 noci (acheni) eduli. Dai semi si può estrarre olio.
Portamento: i vecchi alberi hanno una chioma massiccia e molto ramificata, i giovani alberi sono più esili e di forma più conica. Raggiunge i 40 metri di altezza.
Corteccia: la corteccia liscia e grigia può rompersi in squame.
Legno: è un ottimo combustibile e dà buon carbone,è usato per la costruzione di utensili di uso domestico e mobili. Per distillazione si ottiene il creosoto usato in farmacologia.
Origine: Europa.
 
  Fiori: piccoli, maschili gialli lungamente peduncolati, femminili verdi, su grappoli separati sulla stessa pianta a primavera quando le giovani foglie compaiono.
Diffusione: uno dei più importanti alberi delle Alpi e Appenninni si spinge fino a 1500 m s.l.m.Può essere albero maestoso come prostrato e contorto su crinali ventosi. Crea nei boschi puri una fitta ombra che ostacola la crescita del sottobosco.

 

 
ORTICOLARIO 2019

Acquista biglietti online

4 - 5 - 6   Ottobre  2019

Temi: Il Viaggio e le Piante da Bacca

Login Form



Collegati ora:
 41 visitatori online
Memo