Home La Collina di Cardina e la sua flora spontanea La Flora Bagolaro
Famiglia Botanica  Specie  Autore  Altezza  Foglie 
ULMACEAE  Celtis austra lis
Linneo
Fino a 20 metri  Decidue, lanceolate

 

  Foglie: semplici, alterne, margine finemente seghettato,da lanceolate ad ovate, lunghe fino a 15 cm e larghe 5 cm,con esile punta all' apice ,da verde chiaro a verde scuro, con peluria nella pagina superiore,grigio pallide,pelose nella inferiore. La base della foglia presenta tre nervature.
Frutti: il frutto è una drupa rotondeggiante od ovoidale, larga un centimetro, glabra, prima giallo verdastra, poi bruna a maturità, ha sapore dolciastro, matura in autunno. I frutti sono molto appetiti dagli uccelli.
Portamento: il bagolaro ha un tronco diritto e rami numerosi e assurgenti che formano una chioma arrotondata, folta e leggera, raggiunge i 15-20 metri di altezza.
Corteccia: è liscia,grigio-cenere, fessurata.
Legno: è flessibile e resistente, viene impiegato per costruire utensili e per torneria, dalla corteccia e dalle radici si ricava una tintura gialla.
Origine: area mediterranea.
Habitat: tipicamente su pendii rocciosi caldi,specie rustica, frugale, resiste allo inquinamento atmosferico, immune a malattie è impiegato per rimboschimenti e alberature stradali cittadine.
 
  Fiori:Fiori: solitari, o in gruppi poco numerosi, hanno stami gialli, petali assenti, due stigmi ricurvi in fuori, si trovano alla ascella delle foglie fioriscono in aprile maggio.
Note: il bagolaro è noto anche come spacca sassi,questo nome indica la sua attitudine a vivere in terreni sassosi e a provocare fessure nei muri, nell'asfalto e nelle rocce con le proprie radici ampie e robuste. È impiegato nel rimboschimento di suoli sassosi e aridi, viene in genere governato a ceduo. Di recente viene attaccato da una virosi che determina ingiallimento e variegatura delle foglie.

 

 
ORTICOLARIO 2019

Acquista biglietti online

4 - 5 - 6   Ottobre  2019

Temi: Il Viaggio e le Piante da Bacca

Login Form



Collegati ora:
 49 visitatori online
Memo