Home La Collina di Cardina e la sua flora spontanea La Flora Ailanto
Famiglia Botanica  Specie  Autore  Altezza  Foglie 
SIMAROUBACEAE  Ailanthus altissima
Swingle
Fino a 20 metri  Decidue, pennate

 

  Foglie: pennate, picciolate, opposte lunghe fino a 60 cm, con più di 15 paia di foglioline, lunghe fino a 12 cm e larghe 5 cm, lucide. Manca la fogliolina terminale.
Origine: Cina
Habitat: è pianta assai rustica e resistente all' aridità tende a essere infestante, è usata per il rivestimento di pendici detritiche, si propaga rapidamente in terreni di scarico e abbandonati per la grande attitudine pollonifera, alcuni polloni spuntano a distanze ragguardevoli dalla pianta da cui sono stati originati.
Portamento: i rami ascendenti da un tronco dritto conferiscono a questo albero una forma a cupola, raggiunge i 20 metri.
Corteccia: la corteccia è grigio chiara liscia o squamosa con striature pallide.
Legno: è bianco, simile a quello del frassino, può produrre cellulosa di buona qualità anche se non è usato industrialmente. La capacità di resistere all' atmosfera inquinata rende l'ailanto adatto per alberature stradali.
 
  Frutti: le samare sono disposte in grappoli densi, alati, lunghi fino a 4 cm. In autunno, le foglie assumono una attraente colorazione rosso dorata, con i semi che vengono diffusi al vento con movimento rotatorio.
Fiori: verdastro giallastri, 5-6 petali, in larghe pannocchie all' apice dei rami, generalmente su piante separate dalla metà alla fine dell'estate.
Note: per la grande attitudine pollonifera e rusticità la pianta è da utilizzare con prudenza, in quanto può diventare pianta pericolosamente infestante in luoghi dove non è desiderata, sradicarla è difficile e il taglio stimola l'emissione di nuovi polloni.

 

 
ORTICOLARIO 2019

Acquista biglietti online

4 - 5 - 6   Ottobre  2019

Temi: Il Viaggio e le Piante da Bacca

Login Form



Collegati ora:
 37 visitatori online
Memo