Home La Collina di Cardina e la sua flora spontanea La Flora Tiglio Selvatico

 

 

Famiglia Botanica Specie Autore Altezza Foglie
TILIACEAE Tilia cordata Miller Fino a 30 metri Decidue rotonde

 



Foglie: rotonde lunghe 4-6 cm  e larghe fino a 7,5 cm, a base  cuoriforme, affusolate, dentate, verdi e lucide nella parte superiore, blu-verdi e lisce  tranne che sulle nervature nella inferiore, gialle in autunno. Presentano ciuffi di peluria arancione alla biforcazione delle nervature sulla pagina inferiore.  Il picciolo non è tormentoso.
Fiori: larghi 2 cm,giallo pallido, con 5 petali, profumati in  corimbi   composti da più di  7 a 10  fiori eretti o pendenti  su ciascuna brattea a metà estate.
Sono  molto appetiti dalle api e molto pregiato è il miele unifloro che producono.
Portamento: è un albero maestoso, con chioma  a cupola e rami arcuati verso il basso, è apprezzato in  parchi e giardini per
l’ ombra e il profumo della fioritura. Raggiunge i 30 metri di altezza ed è longevo.
Corteccia: grigia e liscia da giovane si fessura con l’ età.
Da essa si ricavavano fibre per legare le piante.
Legno: tenero a grana uniforme è usato per intagli  e torniture, viene usato per le casse di risonanza e i tasti dei pianoforti. Il suo carbone veniva utilizzato per fabbricare la polvere pirica.
Frutti: tondi, legnosi,grigio verdi, larghi 6 mm, a differenza di quelli di altri tigli non presentano né rilievi né tomentosità.
La brattea favorisce la dispersione  dei semi  col vento.
Origine:
Asia occidentale, Europa.
Habitat: E’ presente al Nord e Centro Italia in boschi misti  di latifoglie, pianta rustica e frugale  resiste al freddo ed è poco esigente per substrato.
Note: I fiori di tiglio, contengono mucillagini ed olii essenziali, essiccati all’ ombra servono per preparare infusi calmanti, diuretici ed emollienti.

 


 

 
ORTICOLARIO 2019

Acquista biglietti online

4 - 5 - 6   Ottobre  2019

Temi: Il Viaggio e le Piante da Bacca

Login Form



Collegati ora:
 22 visitatori online
Memo