Home La Collina di Cardina e la sua flora spontanea La Flora Roverella
Famiglia Botanica  Specie  Autore  Altezza  Foglie 
FAGACEAE  Quercus pubescens
Willdenow
Fino a 20 metri  Decideu-ovate

 

  Foglie: da ellittiche a obovate, lunghe fino a 10 cm e larghe fino a 5 cm, con 5-7 lobi arrotondati terminanti in un apice piccolo ed appuntito, grigio-verde scuro nella pagina superiore, pelose in quella inferiore,con peluria soffice grigia da giovani poi quasi liscia su entrambe le pagine. Il picciolo è pubescente.
Frutti: a ghianda,lunghi 4 cm, per un terzo racchiusi in una cupola ricoperta con squame non molto rilevate, pelose. La ghianda veniva utilizzata per l'alimentazione dei suini.
Portamento: la roverella è un' albero a chioma espansa e depressa, con branche primarie nodose e robuste. Grandi esemplari ad alto fusto di roverella si trovano con una certa frequenza nei boschi e nei parchi. Raggiunge i 20-25 metri di altezza. Corteccia: di color bruno-grigiastra è scabra, con l' età solcata profondamente.
Legno: elastico,compatto, pesante di lunghissima durata è usato per costruire imbarcazioni, botti,traversine, si estrae il tannino per la concia delle pelli. E' buon combustibile come legna da ardere e da carbone, il bosco veniva regolato a ceduo per questi utilizzi.
Habitat: caratterizza i boschi delle colline e della bassa montagna dalle Alpi alla Sicilia, nelle zone settentrionali arriva a lambire la pianura; è pianta frugale, occupa le pendici sassose e assolate e i suoli più superficiali,ha accrescimento limitato. Dove lo sfruttamento a ceduo è intenso si hanno cespuglieti di roverella diradati.
 
  Fiori: maschili in amenti giallo verdi, penduli, femminili insignificanti, portati separatamente sulla stessa pianta in primavera.
Origine: Europa centrale e meridionale,Asia occidentale.

 

 
ORTICOLARIO 2019

Acquista biglietti online

4 - 5 - 6   Ottobre  2019

Temi: Il Viaggio e le Piante da Bacca

Login Form



Collegati ora:
 43 visitatori online
Memo