Home La Collina di Cardina e la sua flora spontanea La Flora Primula
Famiglia Botanica  Specie  Autore  Altezza  Foglie 
PRIMULACEAE  Primula Vulgaris
-
Fino a 15 centimetri  Oblunghe, bollose

 

  Foglie: sono glabre nella pagina superiore e pelose in quella inferiore, le lamine hanno picciolo lungo e carnoso che si inserisce in una rosetta basale. Frutto: piccola capsula contenete i semi.
Habitat: vive in boschi e in luoghi erbosi; in marzo annunciano il sopraggiungere della primavera. Il nome “primula” deriva dal latino e si riferisce al fatto che questa pianta fiorisce prima delle altre. Il nome della specie “ vulgaris” significa” comune” anche se attualmente la pianta è più rara che nel passato per la raccolta indiscriminata.
Portamento: ha portamento a rosetta, foglie dentate e dal margine ondulato si inseriscono insieme ai lunghi peduncoli dei fiori al centro.
Origine: Europa.
Specie: alcune primule come P.vulgaris hanno fiori gialli; altre come P. farinosa hanno fiori rosa. In aree di montagna crescono le seguenti specie: P. auricola , P. veris , P . hirsuta, P. obconica.
 
  Fiori: sono isolati su peduncoli pelosi, come nel caso di P.veris , anche P. vulgaris ha due tipi di fiori: uno con lo stimma portato più in alto delle antere, l’ altro con gli stami più lunghi dello ovario. E’ così favorita la impollinazione incrociata. Siccome però fioriscono quando gli insetti sono ancora pochi, i fiori spesso non vengono impollinati.
Note: in passato si usava un decotto di primule contro i reumatismi e la gotta e l’ infuso delle radici era ritenuto efficace contro le emicranie .

 

 
ORTICOLARIO 2019

Acquista biglietti online

4 - 5 - 6   Ottobre  2019

Temi: Il Viaggio e le Piante da Bacca

Login Form



Collegati ora:
 37 visitatori online
Memo